Come fare un Bitter fai da te a base di Ibisco: scopriamolo!

 

Bitter homemade a base di Ibisco, ricetta facile e veloce

Hibiscus Rosa

Oggi andremo a realizzare una ricetta a base del fiore di una pianta che fa parte della famiglia delle Malvaceae: L'Ibisco.

Questo fiore ha diverse proprietà antisettiche, emolienti, digestive, calmanti ed antiossidanti. 

L'Ibisco, facile da reperire, è originario di alcune zone dell'Asia ma si è diffuso anche in Europa e nelle zone tropicali. 

Il fiore rilascia al palato un mix di sapori molto delicati, che ricordano un po' i lamponi e l'amarena. Olfattivamente parlando, invece, richiama vagamente l'odore della Barbabietola.

Rilasciando, quindi, un aroma molto tenue, va equilibrato con sapori più forti e, perchè no, anche speziati. Useremo infatti anche lo zenzero.

Ingredienti per realizzazione bitter all'ibisco fatto in casa

- Una tazza di vodka

- mezza radice di zenzero tagliata grossolanamente

- due bastoncini di cannella

- mezzo cucchiaino di chiodi di garofano

- scorza di un limone

- due baccelli di anice stellato

- 3 cucchiai di fiori di ibisco 

- un quarto di cucchiaino di corteccia di ciliegio selvatico

- mezzo cucchiaino di radice di genziana

 

Strumenti necessari per la realizzazione dell'amaro fai da te

- Un Tagliascorze per la scorza di limone ( Peeler )

- Un imbuto a garza o, in alternativa, un colino ( Passino )

- Due Barattoli con chiusura ermetica in vetro

- Una Bottiglia per Bitter ( Bitter's Bottle )

- Un coltello 

Come fare il bitter fatto in casa all'Ibisco

Hibiscus Bitter HomemadePer iniziare, prendiamo il tagliascorze e rimuoviamo accuratamente tutta la scorza del limone. Dobbiamo assicurarci che la parte interna bianca venga rimossa perfettamente, così da non rilasciare il retrogusto amaro che la contraddistingue. 

Ora prendiamo lo zenzero e lo tagliamo grossolanamente. 

Adesso possiamo iniziare ad inserire tutti gli ingredienti all'interno di un Barattolo in vetro: aggiungiamo, dunque, lo zenzero, la scorza di limone, la cannella, i chiodi di garofano, l'anice stellato, i fiori di ibisco, la corteccia di ciliegio ed il mezzo cucchiaino di radice di genziana. Non ci resta che andare a versare la tazza di vodka, assicurandoci che gli ingredienti siano tutti perfettamente ricoperti. Nel caso in cui il distillato non dovesse bastare, dobbiamo aggiungerne dell'altro. 

Importante, ora, è sigillare con cura il barattolo ermeticamente. Dovrà riposare per 12 giorni all'interno di una stanza buia e, possibilmente, a temperatura ambiente. Dobbiamo ricordarci, però, di agitarlo una volta al giorno. 

Trascorso il tempo necessario, possiamo procedere con il filtraggio: prendiamo, quindi, il nostro colino ( o imbuto a garza ) e travasiamo il contenuto all'interno di un altro barattolo pulito. Ripetiamo il procedimento fino a che non saremo riusciti a rimuovere tutti i sedimenti. 

Sigilliamo nuovamente il barattolo e lo lasciamo riposare per altri 3 giorni, sempre ricordandoci di shakerarlo una volta al giorno. 

Passate le 72 ore, finalmente, possiamo travasare il tutto all'interno della nostra boccetta per bitter e, come step finale, andiamo ad aggiungere un cucchiaio di sciroppo di agave. 

Agitiamo per pochi minuti ed il nostro Bitter è pronto!

Ricordiamoci di etichettarlo per non confonderlo con gli altri e, soprattutto, ricordiamoci che i Bitter fatti in casa hanno una durata di 365 giorni. 

 

Al prossimo aggiornamento! 

 
Pubblicato in: Tecniche Home Made

Lascia un commento

Accedi per pubblicare commenti

Blog navigation
In caricamento...